Ultimo Aggiornamento: 16 Febbraio 2024

...

1 Gennaio 2024

Yemen, coinvolgimento Iran in attacchi Houthi: preoccupazione USA

Guerra in Medioriente
Guerra in Medioriente

In un recente colloquio telefonico tra il Segretario di Stato degli Stati Uniti, Antony Blinken, e il Ministro della Difesa israeliano, Yoav Gallant, gli Stati Uniti hanno ribadito il loro impegno nella prevenzione delle vittime civili in Israele e hanno sottolineato il sostegno a misure tangibili per la creazione di uno Stato palestinese. Nel frattempo, il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Adrienne Watson, ha rivelato un coinvolgimento profondo dell’Iran nella pianificazione degli attacchi dei ribelli Houthi nello Yemen contro le navi commerciali nel Mar Rosso. Secondo le informazioni recentemente declassificate dall’intelligence statunitense, l’Iran fornisce armi, finanziamenti, addestramento e intelligence tattica ai ribelli Houthi, consentendo loro di condurre attacchi lungo un corridoio marittimo cruciale. Watson ha sottolineato che durante la crisi di Gaza, il sostegno iraniano ha permesso agli Houthi di colpire Israele e obiettivi marittimi, anche se spesso l’autorità decisionale operativa rimaneva nelle mani degli stessi Houthi.
Dal 2015, l’Iran avrebbe trasferito sistemi d’arma avanzati agli Houthi, compresi droni, missili da crociera e missili balistici utilizzati in attacchi contro navi, comprese quelle senza legami noti con Israele. Watson ha affermato che senza il costante supporto iraniano, gli Houthi avrebbero difficoltà a individuare ed attaccare efficacemente le navi commerciali.

In risposta alla risoluzione del Consiglio di sicurezza dell’ONU sulla crisi di Gaza, Hamas ha emesso una dichiarazione esprimendo insoddisfazione, affermando che essa non soddisfa le esigenze dei palestinesi sotto assedio a Gaza. Il gruppo ha accusato l’amministrazione statunitense di indebolire l’essenza della risoluzione, sfidando la volontà della comunità internazionale e dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite di fermare l’aggressione di Israele contro il popolo palestinese.
Mentre le tensioni crescono nella regione, le rivelazioni sul coinvolgimento dell’Iran aggiungono un nuovo strato di complessità al panorama geopolitico. La comunità internazionale continua a cercare una risoluzione completa e duratura al conflitto israelo-palestinese, mentre le dinamiche regionali complicano ulteriormente gli sforzi diplomatici. La situazione sottolinea l’importanza di un equilibrio delicato nell’affrontare le preoccupazioni delle popolazioni israeliane e palestinesi, navigando contemporaneamente le sfide più ampie della regione.

Don't Miss