17.2 C
Napoli

Mondiali di Calcio: occhi puntati sul Qatar

I mondiali di calcio stanno per iniziare e tutti gli occhi sono puntati sul Qatar. Lo Stato ha fatto grandi investimenti per l'occasione, ma non mancano accuse e critiche.

Pubblicato il:

È tutto pronto per l’inizio dei mondiali di calcio maschile. L’apertura ci sarà tra due giorni a Doha, capitale del Qatar. L’edizione di quest’anno attira l’attenzione di tutto il mondo per diversi motivi. Questi giochi saranno i primi di sempre a tenersi in un paese arabo, il Qatar non si è certo risparmiato, spendendo la cifra eccezionale di 220 miliardi di dollari. Superando dunque il record di spesa dei mondiali di Rio, costati 15 miliardi di dollari e fino ad oggi ritenuti i più cari.  

Il paese ha costruito sette degli otto stadi in cui si disputerà il torneo, nuove reti di trasporti e perfino una nuova città pianificata. Il tutto per ricevere un flusso stimato di 1-1.5 milioni di persone, in un paese che di norma ha una popolazione che non supera i tre. A questo punto bisogna chiederci se a tale importante investimento corrisponderà un flusso di denaro che giustifichi tali sforzi economici.

Già ci sono le prime accuse di corruzione (anche se non comprovate), e di abusi dei diritti umani, a danno dei moltissimi lavoratori,la maggior parte provenienti dal sud-est asiatico, coinvolti nella preparazione dei giochi.

Le fonti parlano morti legate alla preparazione dei giochi e queste sarebbero migliaia. Un dato smentito dalle autorità del Qatar.

Problemi sorgono anche per il trattamento delle persone LGBTQ+ in un paese tradizionalmente conservatore. A tali problematiche si aggiunge l’impatto ambientale di questo appuntamento.

Intanto sono stati venduti circa 3 milioni di biglietti, in linea con le precedenti edizioni. 

Quindi per il piccolo Stato del Golfo, i mondiali sono un occasione per farsi pubblicità e diversificare la propria economia verso il turismo e il settore dei grandi eventi. In questo modo il Qatar intende darsi visibilità e prestigio al paese a livello internazionale.  

Negli ultimi anni, il Qatar si è rivelato un utile alleato diplomatico per l’Occidente, capace di fungere da raccordo con interlocutori “complicati” come l’Iran e l’Afghanistan dei Talebani.

Questo, inoltre è un Paese dotato di abbondanti risorse energetiche che lo rendono un partner ancora più prezioso nell’attuale contesto di crisi energetica. 

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
/ month
placeholder text

Related articles

Recent articles