17.2 C
Napoli

Bce: l’Europa va incontro alla recessione

Le cause: shock energetico, alta inflazione e bassa crescita.

Pubblicato il:

Il Rapporto della Bce sulla stabilità finanziaria di novembre parla di rischi “aumentati” che vanno ad impattare proprio sulla stabilità finanziaria, rischi questi dovuti allo shock energetico, all’alta inflazione, alla bassa crescita e a condizioni finanziarie che si vanno inasprendo.
È aumentata la probabilità di una recessione tecnica nell’area euro“, indica il Vicepresidente della Bce Luis de Guindos in una nota. Per poi proseguire : “La vulnerabilità di famiglie, imprese e governi più indebitati è in aumento nell’area euro e se le prospettive peggiorano ulteriormente, un aumento della frequenza di default aziendali non può più essere escluso, specie per le imprese energivore”.
Poi invita i governi ad assicurare aiuti mirati ai settori più vulnerabili e che questi non interferiscano con la normalizzazione della politica monetaria. Di qui uno stralcio : “Nel settore finanziario non bancario stanno emergendo persistenti vulnerabilità che richiedono forte attenzione delle autorità di vigilanza. Serve fare urgentemente progressi nella regolamentazione per aumentare la solidità del settore e gestire disallineamenti di liquidità e leva finanziaria“.

RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania
/ month
placeholder text

Related articles

Recent articles